Un salto in Galleria a vedere le cascine

Molto prima della moda e della finanza, della crisi economica e del “dito” di Cattelan, c’è stato un tempo in cui Milano era riconosciuto capoluogo agricolo di un vasto circondario a tradizione rurale. Era un’epoca in cui la produttività meneghina non si misurava in spread e indici MIB, bensì in ettari messi a coltura, acri boschivi e schiene ricurve.

Oggi sono ancora una sessantina le cascine comunali sparse lungo i lembi del perimetro urbano, e più di 500 quelle che sorgono nell’area agricola del Parco Sud: dalla Monluè alla Rizzardi, dalla Battivacco alla Linterno passando per la Gaggioli, i baluardi della Milano che fu raccontano ancora oggi di un’età in cui le famiglie ambrosiane erano legate a doppio filo alla terra che abitavano. Molti casolari sopravvivono come sedi di servizi o associazioni di volontariato, alcuni hanno mantenuto tuttora un rapporto diretto con la coltivazione della terra, altri ancora versano in uno stato di sottoutilizzo o di deprecabile abbandono, alla stregua di custodi misconosciuti di una memoria ormai sepolta da spessi strati di oblio e Pm10.

Le loro storie vanno in scena all’Urban Center in Galleria, fino al 28 ottobre prossimo, nell’ambito della seconda edizione del Festival Memoria diffusa, dove sarà possibile riscoprire il patrimonio immateriale delle cascine milanesi, emblemi identitari di una dimensione contadina fatta di schiettezza e buona volontà che forse, anche nell’era della modernità digitale, non sarebbe inutile recuperare.

 Ingresso libero; info e programma su www.memoriadiffusa.it

Link: www.cascinemilano2015.org

Annunci

One response to this post.

  1. Posted by Ivano on 25 ottobre 2011 at 2:53 PM

    Vi segnalo l’ultima Cascina del centro di Milano: Via Melchiorre Gioia, immutata dal XVIII secolo e perfettamente restaurata, fu albergo in aperta campagna, vi soggiornò anche Casanova (verità o leggenda, solo il vostro team lo può scoprire). Ora ospita vari uffici e abitazioni. Complimenti per il vostro blog.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: