“Ruote” rosa

Su alcuni dei blog americani  più popolari, nelle ultime settimane, si è scatenata la guerra tra WOHM (work outside home moms) e SAHM (stay at home moms). Un tema difficile perchè tira in ballo la differenza tra i generi, il tema della famiglia e della realizzazione personale.

Ma, come spiegava qualche settimana fa un articolo del Corriere, in Italia rischiamo addirittura di non avere questo problema perchè siamo arrivati ad un incrocio paradossale tra bassa partecipazione femminile al mondo del lavoro e bassa feritilità.

Se raggiungessimo il traguardo fissato dal Trattato di Lisbona (occupazione femminile al 60%) il nostro PIL aumenterebbe del 7%. A Milano -ponte avanzato nell’economia del nostro Paese, ma anche città dove spesso mancano le “reti famigliari”- ci sono 50mila imprese femminili, un numero importante, ma una donna su due segue da sola casa e figli: quasi il doppio dell’Italia e primato UE.  Se però l’aumento del PIL dato da una maggiore occupazione femminile fosse in parte dirottato su maggiori politiche per la famiglia,  più donne potrebbero lavorare, ma magari si farebbero anche più figli (i Paesi in Europa dove oggi si fanno più bambini sono quelli con indici di occupazione più alti). Inoltre, un welfare migliore aiuterebbe ad infrangere quel “soffitto di cristallo” che impedisce  alle molte donne che pur lavorano di crescere professionalmente al pari degli uomini.

Le donne non sono la “ruota di scorta” del welfare. Le donne, ben al di là delle quote e della parità,  sono una risorsa preziosa, e forse inesplorata, per il nostro Paese. Ci vuole però anche un cambio culturale. Nel nuovo governo tre donne, molto preparate, vanno a fare i ministri. “Tre” non è metà del numero dei ministri, ma si tratta finalmente di tre ministeri chiave  Lavoro e Politiche Sociali, Giustizia, Interni. Un bel segnale: alle donne forse non servono quote, servono buone possibilità.  

Annunci

2 responses to this post.

  1. Ieri (17 novembre):
    http://archiviostorico.corriere.it/2011/novembre/17/tre_Donne_nel_Governo_Monti_co_9_111117081.shtml

    Oggi (18 novembre): Corriere della Sera, Maurizio Ferrera, L’agenda per le donne, p. 17

    Rispondi

  2. Chiudiamo la settimana delle “ruote” rosa con una bell’iniziativa che parte dal basso, 10 proposte di legge per migliorare la parità di genere.

    http://2eurox10leggi.blogspot.com/p/come-e-nata-2eurox10leggi.html
    twitter: @manuelamimosa, @luciocincinnato

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: