La Top5 delle cose da fare…se l’amante è in città!

E’ tempo di ferie, e anche parecchi milanesi che -come dicono i maligni- sono generalmente sposati col lavoro si stanno godendo le meritate vacanze. Ma -si sa- citando  un memorabile film del 1955, “quando la moglie va in vacanza”…  “l’amante è in città”, come ricorda un altro film, un po’ più trash ma sempre cult, del 1980.

Così, se in questi giorni di ferie mandiamo volentieri “in villeggiatura” il lavoro con i suoi impegni e doveri, l‘arte, con la sua essenza di piacevole evasione, resta in città, ad allietarci le feste, aprendoci ad incontri inaspettati, con personaggi affascinanti, favolosi, donne avventurose e drammatiche, in un mix di spiritualità e passione.

Un po’ come nella “Midnight in Paris” dell’ultimo trasognato Woody Allen, a Milano puoi incontrare in questi giorni un favoloso Paul Cézanne nei pressi del Duomo, imbatterti poi nel fascino di una donna d’altri tempi come Artemisia Gentileschi, o nello spirituale Georges De La Tour in arrivo direttamente dal Louvre, per perderti infine nell’ambigua bellezza dell’artista Mappelthorpe.

Agli amanti (dell’arte) vale quindi la pena suggerire un itinerario di incontri inaspettati che pervadono Milano.  Iniziamo con Paul Cézanne, «Il tavolo di cucina – Natura morta con cesta» : a Palazzo Reale (P.zza Duomo 12) fino al 26 febbraio, con 38 opere che riproducono i paesaggi più amati e i suggestivi ritratti. Dopo l’artista francese, incontriamo fino al 9 aprile  presso Forma (p.za T.L. Caro 1), il fotografo newyorkese Robert Mapplethorpe, nella mostra «Ken Moody e Robert Sherman», 1984. Grazie alle sue fotografie-sculture, scopriamo l’armonia, la bellezza e la grazia del mondo come solo un genio sa raccontarla. Poi, a Palazzo Marino (Sala Alessi) fino all’8 gennaio, ci immergiamo nell’atmosfera rarefatta e irreale di due capolavori di Georges De La Tour: «San Giuseppe falegname» e «L’adorazione dei pastori», con scene illuminate da una candela che evidenzia i volti e i gesti dei personaggi. Dalla spiritualità approdiamo quindi alla veemenza di «Storia di una passione»: 50 opere, dipinti e disegni della pittrice Artemisia Gentileschi dove si possono apprezzare tele con personaggi femminili, passionali e tragici, da Giuditta alla Maddalena, a Palazzo Reale (P.zza Duomo 12) fino al 29 gennaio. Infine, a passeggio in Parco Sempione, puoi scoprire Amore e Psiche di Giulio Paolini e le produzioni degli altri maestri dell’arte povera, fino al 29 gennaio in Triennale (Viale Alemagna 6).  

Perché dunque andare lontano quando la passione è dietro l’angolo? E, parlando di Milano, ci si potrebbe persino trovare ad esclamare – come faceva Marylin nel film del 1955 – “Io la trovo un’estasi!”. Perchè  il futuro della nostra città passa di sicuro attraverso la cultura, ma, magari, proprio grazie alla cultura, si possono anche passare  piacevolmente le vacanze oggi.

Annunci

3 responses to this post.

  1. Posted by Roberto on 30 dicembre 2011 at 7:23 PM

    Alla top list aggiungerei una visita alle Gallerie d’Italia in via Manzoni, una collezione di preziose opere d’arte messe a disposizione della città da Banca Intesa e Fondazione Cariplo, in un percorso artistico che va da Canova a Boccioni. Un bella manifestazione di integrazione tra business community e arte.

    Rispondi

    • Grazie Roberto per il tuo suggerimento che è davvero interessante e degno di nota. L’esposizione di opere d’arte alle Gallerie di Via Manzoni arricchisce e dà lustro all’offerta culturale di Milano e pertanto va di diritto inserita nella top list delle cose da fare “quando l’amante (dell’arte) resta in città”. Grazie!

      Rispondi

  2. La mostra di Artemisia è davvero meravigliosa: adoro lei, la sua storia, la sua forza di donna del ‘600 che denuncia la violenza subita (tema che ritorna spesso nelle sue tele).

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: