I mercati rionali: that’s glocal!

Nell’epoca dei mall virtuali e degli acquisti in rete, dei voli low cost che rendono persino conveniente andare a fare shopping a New York sfruttando i tassi favorevoli o mettersi in coda da Harrod’s in periodo di saldi strepitosi, nulla scalfisce il posizionamento dei mercati rionali.
 
Animano le aree della nostra Città metropolitana con appuntamenti a cadenza fissa che sono un vero e proprio rito: c’è chi anticipa l’uscita al mattino per poter acquistare frutta  e verdura o anche per scovare articoli di pregio a prezzi ribassati; c’è chi  fa un salto in pausa pranzo e si accontenta di scovare nei banchi già razziati; c’è chi attraversa la Città per cogliere le migliori occasioni. Sono una fotografia animata della gerarchia sociale del nostro mondo.

Al mercato di Via Fauchè ci sono le bancarelle popolari e ci sono gli imperdibili  banchi/boutique del cachemire o delle scarpe dove il pezzo minimo non quota meno di 200 euro. Il mercato di Via San Marco è un cameo: pochi banchi e accessibilità limitata per i prezzi. Quello di Largo V°  Alpini lo si gira in quattr’e quattr’otto ed è perfetto per chi ha i minuti contati.  Il mercato di Viale Papiniano è un crogiuolo di uomini, donne, merci, colori che donano una dimensione umana a questa città. Così come il mercato di via Benedetto Marcello, così addossato alla via più commerciale di Milano che nemmeno si intuisce dove finisce l’una e dove inizi Corso Buenos Aires. Da non perdere il mercato di Via Borsieri che propone specialità gastronomiche regionali per tutte le tasche. E per chi vive a Milano, e non solo, non può passare inosservato il mercato del sabato di Via Valvassori Peroni – zona Lambrate – che riesce davvero a soddisfare il bisogno dei consumatori di ogni tipo e dove il consumatore/attento osservatore  può cogliere tutta la poliedrica anima di questa Città. Proiettata nel mondo e pur custode di riti tradizionali.
 
Gli illuminati direbbero: questo è il glocal. E se Milano continuerà ad essere città glocal, sopravviverà ben oltre il 2030. E allora lunga vita a Milano e ai suoi caleidoscopici mercati rionali.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: