Tra Salone, salotto, cucina, tinello e Fuori salone. Consigli su itinerari e guide, per non uscire fuori di melone

Milano è al centro del mondo per creatività, idee e innovazione, grazie al Salone internazionale del Mobile e ad un attesissimo e rispettabilissimo Fuori Salone, quest’anno pieno di novità e contenuti. Da mercoledì la città è in moto perpetuo: tra chi si tuffa a capofitto nella fiumana diretta verso la meta cardine, la Fiera di Rho Pero (quest’anno aperta al pubblico anche sabato, oltre che domenica) e chi girovaga con agitazione ed entusiasmo tra i distretti urbani del design: Lambrate Ventura, Brera e Tortona. Dunque, amanti del design, esperti, neofiti e irriducibili modaioli con guida alla mano -con lo sguardo rapido di chi è alla ricerca di qualcosa e occhio sognante di chi ha in mente tante idee da realizzare, comprare, bramare- popolano  mostre, manifestazioni, eventi, feste inaugurali, imbattendosi talvolta, in modo inaspettato, in installazioni sperimentali e visionarie disseminate negli angoli della città.

Diverse sono le proposte e a volte anche troppe, il Cosmit l’ente organizzatore ne conta 21 mila. Le guide, i siti web, le app dedicate sono talmente tante che confondono ancora di più. Allora abbiamo pensato di suggerirvi il nostro itinerario ideale consigliandovi di dividerlo in più giornate per non dire addio ai vostri piedi. Tanto per scaldarvi il primo giorno venerdì 20 si parte dal Castello Sforzesco: le sale Viscontee (metro rossa fermata Cairoli) ospitano la mostra “Ultrabody” con 200 opere tra il surreale e il paradossale dedicato al mix corpo e design aperto fino alle ore 17.30.

 Prendete la metro da Cairoli, cambiate linea in Duomo, prendete la linea gialla e scendete alla fermata Porta Romana, in Piazza Medaglie d’oro, fermatevi alle Terme di Milano nel bellissimo giardino alle 19.00  gustate un aperitivo e  fermatevi ad ammirare le meravigliose istallazioni realizzate dall’artista Patrizia Pozzi nella sua visione dell’outdoor design.  

 Riprendete la metro, ritornate in Cairoli, e dopo una passeggiata romantica o meno romantica -vedete voi- nel parco, fermatevi in Triennale in Viale Alemagna n.6, dove alle ore 20.30, al Teatro dell’Arte, si tiene Design Dance, spettacolo gratuito fino ad esaurimento posti (solo sabato e domenica eventualmente al pomeriggio ore 16.00 anche con bambini), spettacolo di teatro, danza e narrazione con scatenate acrobazie attorno a 400 oggetti icone del design.

Da lì, spostandosi più in centro verso la Pinacoteca Ambrosiana fino alle 23.00 è possibile ammirare la mostra Librocielo con l’installazione dell’artista Attilio Stocchi dedicata alle origini di Milano: in un cammino di luci e suoni i grandi libri della biblioteca dialogano tra loro per far “rivivere” il nostro “sapere universale”.  

Dirigetevi poi verso Palazzo Affari ai Giureconsulti sede della Camera di Commercio di Milano, sempre pronta all’internazionalizzazione, che ospita un villaggio amazzonico e una casa brasileira realizzata da artisti brasiliani.

Fine prima giornata. Si riprende domani. Consigliato pediluvio con sali.   

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: